up1.jpg (24191 byte)
sito italiano non ufficiale  

d



GLI AUTORI DI LUIS MIGUEL

Armando Manzanero

manzanero.jpg (8979 byte)Armando Manzanero Canchè è il maestro del bolero messicano, con oltre 400 canzoni scritte, diventate famose in tutto il mondo e interpretate dagli artisti più prestigiosi. La sua collaborazione con Luis Miguel è iniziata nel 1992, quando, l'allora giovanissimo messicano, decise di dare una nuova direzione alla propria carriera e iniziò la riscoperta del bolero e dei ritmi romantici del Sud America. L'album della svolta è Romance, in cui Luis Miguel ha interpretato anche Te extraño e No sé tu di Armando Manzanero (l'ultima è entrata anche nella colonna sonora di Ciao Julia, sono Kevin, con Geena Davis). Da allora le canzoni più romantiche di Luismi, da Por debajo de la mesa e Amanecer fino a Nos hizo falta tiempo e Ahora que te vas, portano la firma di Manzanero. 

Nato il 7 dicembre 1935 a Mérida, nello Yucatan, Manzanero ha ereditato da suo padre la passione per la musica e nel 1943, all’età di otto anni, si è iscritto al conservatorio della sua città natale. Ufficialmente la sua carriera è iniziata nel programma radiofonico La Hora Tropical, con il suo complesso musicale, chiamato i Tropical di Armando Manzanero, formato da ragazzini, come lui, tra i 12 e 15 anni. Nel 1950 ha scritto la sua prima canzone, Nunca en el Mundo. Nel 1957 a venti anni si è trasferito a Città del Messico dove ha lavorato come promotore musicale per EMMI e come direttore musicale per CBS International. E' stato il pianista di artisti famosi come Luis Demetrio, Carmela Rey, Rafael Vasquez, Daniel Riobolos e Lucho Gatica.

Il suo primo successo è Llorando estoy, incisa dal portoricano Bobby Capò, autore di Piel Canela. Ma è stata Voy apagar la luz del 1958, inciso da Lucho Gatica, che lo ha consacrato definitivamente come compositore. Ha prodotto vari dischi per la cantante e attrice messicana Angelica Maria, e i suoi brani sono stati incisi da vari cantanti: Carlos Lico (Adoro e No), Los Panchos, Pedro Vargas, Olga Guillot. Nel 1962 ha ottenuto il quinto posto al Festival della Canzone in Messico e nel 1965 il primo posto al Festival di Miami con Cuando estoy contigo. Nel 1967 incoraggiato dalla sua casa discografica, ha iniziato ad interpretare le sue canzoni, ottenendo un grande successo con Adoro, Esta tarde vi llover, Somos novios (1968), Contigo aprendí e Tengo. Nel 1969 ha prodotto i dischi di Josè Alfredo Jimenez e Josè Josè, due mostri sacri della musica latina.

Le sue canzoni hanno fatto il giro del mondo, tradotte e cantate anche in portoghese: il Trio Esperanza ha inciso Con la aurora, Roberto Carlos Yo te recuerdo e Elis Regina Me dejas loco. La produzione di Manzanero ha visto anche interpreti statunitensi, come Frank Sinatra e Tony Bennet. Nel 1970 la sua canzone Somos novios, tradotta in inglese e incisa da Perry Como, ha ricevuto la nomination per il Grammy. Nel 1978 ha ottenuto il primo posto al Festival di Maiorca in Spagna con la canzone Aquel señor e nel 1982 la sua  Corazón amigo ha ottenuto un premio al Festival di Yamaha in Giappone.

Negli anni '90 ha iniziato la collaborazione con Luis Miguel, per il quale ha composto numerose canzoni, specialmente per i dischi di Romance, di cui è stato anche produttore. La collaborazione con l'astro messicano è stata, e continua ad essere una delle più prolifiche della sua carriera e una delle più importanti in quella di Luismi: Manzanero scrive infatti non solo per gli album di romance, ma anche per quelli pop di Luis Miguel. Sue le canzoni più romantiche di 33: Un te amo, Nos hizo falta tiempo, Eres (che fu dedicata, si dice, all'allora fidanzata di Luis Miguel, Myrka Dellanos), Ahora que te vas e Que tristeza, quest'ultima già interpretata da José Feliciano. Sempre di Manzanero è anche uno dei due inediti di Mis romances, la splendida Como duele.

Nel 1993 la rivista Billboard gli ha conferito il premio alla carriera. Nel 2000 e nel 2002 sono usciti due dischi di duetti in cui canta con alcune delle star più apprezzata della musica latina, tra loro Miguel Bosè (Mía) e Alejandro Sanz (Adoro). Con un repertorio che conta oltre 50 successi mondiali, dei quali dieci o dodici incisi in diverse lingue, ncluse anche cinese, coreano e giapponese, Manzanero è considerato il primo compositore messicano di musica romantica del dopoguerra, e, anche, uno dei miti viventi della musica latina e del bolero contemporaneo.

 

Sito ufficiale:

http://www.armandomanzanero.com.mx/


 

 

 

FONTI
www.fortunecity.es/salsa/rap/552/manzanero
www.mexicodesconocido.com.mx/espanol/cultura_y_sociedad
www.lafi.org/magazine/articles/manzanero.html

maggio 2008

Torna su | Home Page