Gimenez(2002) - Per Luis Miguel Italia

PER LUIS MIGUEL ITALIA
FOLLOW
Sito Fan Club Ufficiale Italiano
PER LUIS MIGUEL ITALIA
Vai ai contenuti
Intervista televisiva di Susana Gimenez (2002)




E' una delle interviste più pubblicizzate e chiacchierate che siano mai state fatte a Luis Miguel; è stata trasmessa in tutte le Americhe alla vigilia della tappa argentina della tournée 2002. Rispetta i desideri di privacy del cantante e forse per questo ne coglie più di altre timidezze e ritrosie.


Gimenez:E' arrivato il momento, non lo posso credere, ho il cuore che batte perché sono sei anni che non lo vedo, è il numero uno del mondo, ascoltate: ha venduto più di 50 milioni di dischi, ha ricevuto i premi più importanti della musica, 7 Grammy, il primo a 12 anni, già da bambino si vedeva la stoffa, 4 Music World Award, 10 premi Billboard negli Stati Uniti. Cos'altro posso aggiungere? Ho il piacere e l'onore di presentarvi Luis Miguel!

Gimenez:Tesoro, benvenuto, è più bello che mai. Ho avuto la fortuna di vedere il tuo spettacolo negli Stati Uniti ed è una cosa veramente impressionante! Non sapevo che il primo premio l'avessi vinto a 12 anni!

Luis Miguel:E' così, sono qui dai 12 anni e non mi sono mai fermato da allora!

Gimenez:Non ti sei mai fermato! che carriera impressionante...

Luis Miguel:Grazie!

Gimenez:Puoi assaporarla appieno o sei così occupato che non riesci?

Luis Miguel:Sì, credo che la sto assaporando di più adesso perché quanto più passano gli anni acquisti una dimensione diversa delle cose, le assimili in maniera diversa, con maggiore intensità

Gimenez:Chiaro, quando inizi devi raggiungere degli obiettivi, poi quando hai tutto, hai la possibilità di iniziare ad assaporare quello che hai ottenuto, è chiaro. Sei stato in Spagna, Uruguay, Cile, mi hanno detto che in Cile la Casa di Neruda quasi è crollata (ridono). E' andato a vedere la casa di Pablo Neruda, divino...

Luis Miguel:...Sì, sono andato a vederla, ero curioso di vedere alcune cose e sono andato. In questa occasione... non sempre ho la possibilità di vedere quello che vorrei e in questo caso... il Cile è un Paese molto importante, l'Argentina anche, ovviamente, per me e il Perù per esempio. Erano sei anni che non andavo, desideravo stare col pubblico, con i miei fans, ed è stato molto bello

Gimenez:Volevo spiegare che la Casa di Neruda quasi si muoveva e tremava per la gente che c'era e il poema 20, appeso alla parete quasi è caduto. Però succede questo ovunque tu vada! Pensavo che queste cose non sarebbero successe negli Usa perché gli americani sono più freddi, non so, e invece era una follia anche lì; ho visto donne ovunque con le bandiere, poi però quando tu inizi lo show, ti rispettano molto... ti urlano "amore mio", però non ti tirano il reggiseno, ad esempio come fanno...

Luis Miguel:Sì lo fanno

Gimenez:Sul serio?!

Luis Miguel:Sì lo hanno fatto. Adesso succedono varie cose, credo che la gente adesso sia più attenta, ascolta di più, prima era diverso. E' diventata una cosa più interessante perché si combinano le due cose, ci sono momenti del concerto in cui sento la intensità delle cose che vivevo a 15-20 anni e c'era un altro pubblico, forse più giovane. Adesso è diverso, il pubblico è cresciuto con me ed è molto interessante perché si riuniscono varie generazioni, la figlia, la madre e le nonne, ci sono tutte e sono cose molto interessanti

Gimenez:Ma perché amore mio, sei così giovane! hai trent'anni e qualcosa... ascolta, tutte quelle con cui parlo mi dicono che sono morte d'amore per te, in tutto il mondo mi dicono Digli che lo amo, che per Luis Miguel ho pagato 1500 dollari per una prima fila, non mi dire e ti ha guardato? no, non mi ha guardato! (ridono) sono tutte pazze di te! Il pubblico dei vari Paesi americani è diverso o in un certo modo si assomiglia?

Luis Miguel:Credo che sia diverso nel senso che ognuno si esprime in maniera diversa. Però siccome ho avuto la possibilità di frequentarlo sin da bambino, credo si sia stabilita una forma di comunicazione molto personale, molto particolare e molto intensa

Gimenez:Sì, molto intensa, davvero ai tuoi concerti si respirano cose molto forti. E' veramente interessante, come dici. E come ti curi prima di salire in palcoscenico, fai qualcosa di particolare?

Luis Miguel:No, in verità no, l'unica cosa è il riposo quando sono in tournée e dedicarmi completamente al pubblico. Perché c'è un'energia che si scambia tra te e tutta la gente; è concentrata su una sola persona ed esci di lì con una grande carica. Al contrario di quello che si pensa, che alla fine del concerto sei stanco, in realtà esci pieno di energia

Gimenez:Pieno di energia, hai ottenuto il trionfo! è chiaro, credo che per un artista, soprattutto del tuo livello, sia come un debutto tutte le volte! è incontrare qualcosa di nuovo tutti i giorni! Ed è vero che sei timido?

Luis Miguel:Sai che ho dovuto superarlo. Questo lo sanno pochi, ma te lo confido, da bambino ero di quelli a cui costava raccontarsi a livello personale e un po' l'ho conservato. Però ho dovuto lavorare per superare questa timidezza: avevo un livello di timidezza molto alto e ho dovuto superarla per il mio lavoro e ovviamente per quello che comporta

Gimenez:Deve essere stato duro per una persona introversa salire su un palcoscenico e sentire tutto questo... chiaro

Luis Miguel:Hanno vinto la disciplina e la vocazione

Gimenez:Sin da bambino hai voluto fare questo, cantare

Luis Miguel:Sì, non mi immagino, non immagino la mia vita senza cantare perché cantare per me è una specie di terapia, mi sento più rilassato, mi scarico. Credo che la situazione in cui mi sento meglio con me stesso è quando canto

Gimenez:E' vero che quando ti alzi canti canzoni di Elton John, che ti piace molto?

Luis Miguel:Ci sono molti artisti che hanno fatto canzoni e dischi eccezionali, ascolto di tutto

Gimenez:E chi preferisci?

Luis Miguel:Non c'è un preferito credo che ci sia una varietà enorme, è una questione di momenti

Gimenez:E ti ascolti?

Luis Miguel:Non lo faccio perché mi riporterebbe al lavoro e non mi rilasserebbe

Gimenez:Sarebbe "Perché ho fatto... No sé tuuu?" A proposito di No sé tu, credo che la gente impazzì all'epoca, questa orchestra nel parco... io passo tutto il giorno a cantare No sé tu! non la canto come te! (ridono)

Luis Miguel:E' una bella canzone!

Gimenez:E' una canzone favolosa!! E il pubblico ti chiede molto i boleros no?

Luis Miguel:Sì

Gimenez: Aspettano i romances l'innamoramento che produce nelle donne il loro ascolto...

Luis Miguel:Sì, è quello che volevo fare, non ho voluto abbandonarli perché mi hanno dato grandi soddisfazioni. E anche se non volessi, la casa discografica insiste perché... sono stati anche un grande successo commerciale e per loro questo è molto importante

Gimenez:Ovvio! chiedono nei negozi dei tuoi bolero!!... e qui tutto così in ordine, pulitino, perfettino, è tutto... controlli sempre tutto?

Luis Miguel:Sì... cerco di farlo, sono un po' meticoloso (sorride timidamente)

Gimenez:Meticoloso! (ridono) ti piace quando ricevi qualcuno controllare la tavola, dai un'occhiata a tutto?

Luis Miguel:Sì, mi piace controllare che... tutto sia a posto

Gimenez:Ah, mi hanno messo un cartello... è che ci siamo dimenticati dello champagne, però come ci siamo dimenticati dello champagne?! chiaro, ci siamo emozionati, arrivi tu e noi diventiamo un po' nervosi, qui perfavore... mi piace che tu sia meticoloso, tutto in bianco e controlli tutto!! Sei solito ricevere gente in casa tua? amici... o ami stare da solo?

Luis Miguel:Sì, lo faccio, ma poco, direi molto raramente. Generalmente sono una persona... sto molto bene da solo e condivido la mia casa e i miei spazi con poca gente

Gimenez:Sì, certo, ti capisco, una persona come te che viaggia, che deve rispondere tutto il tempo a domande, poi chiede solo "peace"! l'ho detto in inglese eh! (il suono "pis" che è la pronuncia dell'inglese peace, pace, in spagnolo è la pronuncia della parola pis, pipì) (ridono)

Gimenez:Tesoro, ti vedo sempre così bello sullo scenario con il tuo vestito nero. Sei sempre vestito di bianco o di nero, non utilizzi molto i colori ultimamente!

Luis Miguel:Sì, sono sempre stati i miei colori preferiti, in tutta la vita! però è vero, ultimamente li sto utilizzando molto!

Gimenez:Ti stanno benissimo! (Gimenez utilizza l'espressione messicana "Te queda de pelo")

Luis Miguel:Grazie!(ride sorpreso)sei molto messicana!

Gimenez:Sì, certo, sono stata in Messico e ho imparato tante cose perché mi piace moltissimo! mi piace! adoro parlare in messicano!

Luis Miguel:Sì però non dire in trasmissione le altre cose imparate!

Gimenez:No! perché prima gli ho detto una cosa che avevo imparato e lui mi ha detto di no, che aveva un brutto significato!

Luis Miguel:Trasmettono l'intervista in Messico? Negli Stati Uniti sì, giusto?

Gimenez:Sì, lo trasmettono dappertutto, in tutta l'America!

Luis Miguel:Allora non lo dire!

Gimenez:Non lo dico. Ho visto un programma in Messico e Lucia Mendez lo diceva meglio, non ha un brutto significato, "No manches..", No manches! che significa qualcosa come... smettila, no?

Luis Miguel:(tentenna) "Qualcosa del genere...

(dallo studio ridono)

Gimenez:Ha un brutto significato anche questo?!

Luis Miguel:Brutto non è... è qualcosa del tipo non infastidire... però non in senso cattivo

Gimenez:Ah, bene! Senti, nei tuoi cambi di look decidi tu o c'è una persona che ti consiglia e ti dice mettiti questo o quest'altro...

Luis Miguel:No, in realtà non ho mai cercato di fare un cambio di look. Semplicemente cambiano...

Gimenez:La moda...

Luis Miguel:No, le epoche in cui uno... non so, come mi sento meglio così esco e mi vesto

Gimenez:E' un modo di vestire che mi piace, che piace molto alle donne. Non ti si vede mai con delle scarpe così o una camicettina... sei sempre... "impecable"! (in inglese) a me affascina e piace a tutte le donne

Luis Miguel:Sono più conservatore

Gimenez:Ma certo! e cosa ti mette di malumore? che ti facciano cosa o che ti tirino qualcosa sul palcoscenico?

Luis Miguel:No, nelle questioni professionali ci sono certi riferimenti che sono il prodotto dell'evoluzione che c'è stata e di cui tutti hanno bisogno per stare bene. Penso che tu per fare il tuo programma hai bisogno del tuo staff, delle tue telecamere, le tue luci...

Gimenez:Chiaro

Luis Miguel:E succede lo stesso quando passi molto tempo in tournée e hai gente che ti conosce bene e sa quello che vuoi; devono aiutarti nel tuo rapporto con il pubblico, che è la cosa più importante. Il loro lavoro è fare in modo che questa comunicazione esista, sia onesta, che non ci siano interferenze, filtri o questioni che facciano che le cose non risultino positive, che invece di disturbare, perché a volte c'è gente che non si comporta come dovrebbe..."

Gimenez:Certo

Luis Miguel:No, succede davvero


Gimenez:Sì, conosciamo questo tipo di persone, sono cose internazionali!

Luis Miguel:E' preferibile meno persone, meno gente, ma in grado di rendere davvero, al 100%

Gimenez:Sono totalmente d'accordo. E quando hai bisogno di parlare più seriamente chi chiami, c'è qualcuno con cui ti confidi nel tuo staff, non so il tuo manager, il tuo braccio destro, o non c'è nessuno?

Luis Miguel:"No nessuno in particolare, credo che tutte le persone che lavorano con me sembra strano ma...

Gimenez:Però tutti abbiamo questa cosa che, magari mentre ci stanno truccando diciamo "Lo odio, guarda, non lo chiamerò mai più! è uno stupido" Non so noi donne ci confidiamo di più forse gli uomini sono più chiusi...

Luis Miguel:E io in particolare sono una persona molto riservata

Gimenez:E' vero perché nella tua vita non hai mai voluto parlare delle tue cose e sappiamo cose solo attraverso le riviste...

Luis Miguel:E non bisogna neanche credere troppo a quello che scrivono!

Gimenez:Vero!

Luis Miguel:...perché mentono molto e speculano molto. E' importante saperlo ed è importante che la gente lo sappia. Perché i media vendono e hanno bisogno di vendere

Gimenez:E non gli importa con cosa...

Luis Miguel:E a volte malinterpretano o stanno speculando o inventano cose o situazioni che in realtà non sono e che non hanno niente a che vedere con la realtà. Per questo è importante che la gente si formi una propria opinione e non si basi su quello che dicono le riviste o il programma... mi spiego?

Gimenez:Assolutamente! per questo io credo molto nella televisione, lì c'è la telecamera che riprende i tuoi occhi o il tuo sorriso e questo è il meglio. La gente ti conosce e tu gli arrivi al cuore: o ti credono o non ti credono, si formano una propria opinione, come dici tu perché ti ascoltano mentre parli tu.

Luis Miguel:E' così

Gimenez:Ah, ma io ho un regalo per te. E' vero che ti metti al sole nudo?

Luis Miguel:No... vedi? questa è una bugia!

Gimenez:Oh no, è una bugia! Abbiamo un regalo per te perché se qualcuno ti sorprendeva mentre prendevi il sole nudo... (entrano con un pacco regalo) Te lo apro io!

Luis Miguel:Che carina che sei, ma davvero è un regalo per me?

Gimenez:Ma naturale, che domande, se io ti regalerei tutto! così quando prendi il sole nudo e ti sorprende un fotografo, te lo metti!

Luis Miguel:Grazie!

Gimenez:E' un accappatoio bianco divino che con i tuoi occhi va bene... ti piace?

Luis Miguel:E' proprio bello, molte grazie!
(si avvicina a Gimenez per baciarla)

Gimenez:Come ti voglio bene!

Luis Miguel:Grazie

Gimenez:Adesso te la mettiamo da parte e dopo te la diamo (entrano in studio e prendono il pacco)

Gimenez:Cosa pensi che potrebbe succedere Sotto la tavola?...

(mandano il video di Por debajo de la mesa)

Gimenez:Se ti chiedessi che cos'è la felicità cosa risponderesti? Cosa ti rende felice?

Luis Miguel:Credo che la felicità sia una questione di momenti; a volte ce l'hai e a volte no, è piuttosto difficile pensare di averla in maniera permanente. Sono situazioni... Molte volte mi sono trovato a vivere in situazioni in cui non avevo nessun motivo per esser felice e lo ero e, al contrario, in cui ero circondato dalla felicità, vivevo situazioni che avrebbero dovuto farmi sentire felice e non erano in grado di farlo. Credo che è una questione molto relativa

Gimenez:Relativo... chiaro, non puoi pensare sia eterna, è logico che siano semplicemente dei momenti. E ti piacerebbe sposarti, essere padre, avere una famiglia?

Luis Miguel:Sì, mi piacerebbe. Non posso dire adesso, però mi piacerebbe poter vivere tutte le esperienze che un uomo dovrebbe assaporare durante la sua vita, nelle varie tappe della vita, sì mi piacerebbe. Mi piacerebbe sposarmi se incontrassi la persona... e mi piacerebbe avere figli e credo che arriverà il momento, spero che arriverà!"

Gimenez:Dài, sei molto giovane, Miguel, troppo giovane! C'è un tuo amico molto caro, Polo Martinez, che ci sta guardando, è argentino. Ogni volta che c'è un tuo spettacolo mi arriva l'invito attraverso Polo, e io penso "Che divino!" e ti chiamo sempre e spero che ti trasmettano tutte le cose che dico di te! Ti ringrazio e voglio ringraziarti pubblicamente per questo e per queste gentilezze che hai per me e che mi rendono molto felice!

Luis Miguel:Ne sono contento, figurati

Gimenez:Un'altra cosa, ti piacciono gli animali?

Luis Miguel:Sai che ne avevo, però è morto, è un cagnolino che avevo da 10-12 anni

Gimenez:Che razza era?

Luis Miguel:Era un golden-retriever

Gimenez:Che bello!

Luis Miguel:Labrador, no?

Gimenez:Sì è una specie di labrador, si assomigliano, però... no, non ti preoccupare, non ti regaliamo un cane! (Luis Miguel ride) perché quando stavamo pensando a cosa regalargli... un cane? tutti pensavamo e io ho detto di no perché che a me regalino un cane! perché come si fa a regalare un cane?!

Luis Miguel:Me lo porto in tournée
(Luis Miguel ride)

Gimenez:Non si può! perciò non ti regaliamo un cane e...

Luis Miguel:Sai che io non ho voluto un altro cane perché è un peccato, devi lasciarlo per tanto tempo perché stai tanti mesi fuori casa e lui si affeziona più a chi si prende cura di lui che a te

Gimenez:E' ovvio! e poi abbiamo pensato cosa regalargli allora? un tucano? un pappagallo? e io no, perfavore, abbiamo pensato persino a un'iguana! è che ci piacciono gli animali, però... Collezioni cose, gioielli o cose?

Luis Miguel:Mmmhh, non saprei. Credo che in realtà mi piace avere alcune cose, ma non potrei dire che sono collezioni perché non ho dedicato il tempo che si dedica alle collezioni...

Gimenez:Però qualcosa che ti piaccia molto...

Luis Miguel:In realtà... amo gli orologi, mi piacciono. Ne ho vari perché ne ho collezionati durante la mia vita e li conservo. A molta gente piacciono gli occhiali, sai queste cose personali...

Gimenez:Puoi uscire per fare compere?

Luis Miguel:Normalmente no, non lo faccio. Ci sono state occasioni in cui sì, però mi mette a disagio, si creano occasioni difficili, di disagio e in genere non lo faccio. Però sì, ci sono dei posti in cui si può fare evitando situazioni che mettano a disagio

Gimenez:Ci sono Paesi in cui è possibile?! Hong Kong?!

Luis Miguel:No, penso principalmente a Paesi in cui non ho inciso... non ho inciso dischi in inglese, da tanto non incido in altre lingue, nei Paesi in cui non conoscono lo spagnolo è possibile

Gimenez:L'altro giorno uno dei migliori attori del mondo, Anthony Hopkins ha detto "Luis Miguel, el mejor", l'ha detto in spagnolo, oltretutto! "Luis Miguel es el mejor!" è incredibile!

Luis Miguel:Sì, che meraviglia. Questo è per me un grande onore, una persona come lui, un grande attore come lui, è una meraviglia sentirti.. questo per me è veramente un grande onore! L'altro giorno era presente al concerto Kathy Bates, l'attrice

Gimenez:Ah sì, una grande attrice, rapiva James Caan, lo legava e gli rompeva le gambe!

Luis Miguel:Sì, lei, era presente a un concerto e questo mi fa molto piacere perché sono persone... molto speciali

Gimenez:Sì, ai tuoi concerti sono sempre presenti molti personaggi famosi e pensa che magari di molti non vieni neanche a saperlo, perché non ti arriva la notizia. L'altro giorno a Miami c'erano molte persone importanti, ma importanti davvero, e mi hanno chiesto se venivo a salutarti nel camerino. Ma come vado a trovarlo in camerino se sa che sono qui, vado a infastidirlo e a torturarlo, lo faccio già! Ci sono veramente sempre molte persone note ai tuoi concerti!

Luis Miguel:E' un onore enorme per me. Non sai come mi fa piacere sapere che sono presenti persone del nostro ambiente, musicisti, produttori, persone importanti che vengono al concerto e che lo vivono... mi riempie veramente di soddisfazione

Gimenez:E la persona che meglio ti conosce chi è?

Luis Miguel:La persona che meglio mi conosce...(rimane pensieroso)

Gimenez:Puoi dirmi proprio l'essenziale: se è una donna, non ti chiederò di più! (ridono)

Luis Miguel:Nooo... ...non saprei dirti, sinceramente. Perché la mia vita è passata per tappe e ci sono persone che magari in diverse tappe mi hanno conosciuto veramente bene, poi, per una ragione o per l'altra, a volte le relazioni interpersonali non durano, ci sono dei distanziamenti... E' difficile per me rispondere a questa domanda

Gimenez:Va bene, e il tuo posto preferito nel mondo qual è?

Luis Miguel:Direi il palcoscenico perché quando sono lì è dove mi sento più libero e in cui sto meglio, credo

Gimenez:Sicuro? e Acapulco?

Luis Miguel:A livello personale direi di sì, ci sono molti posti importanti e...

Gimenez:...E questa casa incredibile di Acapulco, è incredibile, non la posso dimenticare; e non solo la casa che è divina, ma il clima che permette questa casa, è che non ha pareti, l'avete vista in tivù... non ha pareti, è una cosa magica, il clima, la spiaggia, il mare, è impressionante!

Luis Miguel:E' un posto speciale e mi aiuta molto, quando finisco una tournée o di incidere un disco, arrivare lì, ricaricare le pile; è un posto con molta energia e grandi vibrazioni"

Gimenez:Ma assolutamente sì! e a parte questo, ma se porti una ragazza a mangiare lì con quel sole e quella luna, non ci sarà donna in grado di resisterti. Te lo dico io, non c'è donna!
(ridono)

Gimenez:Eccomi ancora qui con il re, che è tutto abbronzato, un colore incredibile, e degli occhi verdi meravigliosi. Domani l'Uruguay esploderà perché si esibirà nel Conrad e non c'è un'entrata manco a pagarla oro. Anch'io assisterò al tuo spettacolo.

Luis Miguel:Mi fa molto piacere!

Gimenez:Tesoro, hai mai sofferto per amore?

Luis Miguel:Certo, chiaro

Gimenez:Per una donna?

Luis Miguel:Sì, terribilmente

Gimenez:Ma l'ammazzo! l'ammazziamo tutti quanti!
(ridono)

Luis Miguel:Sì, ovviamente è successo. Penso che l'intensità con cui si vive... per la stessa intensità necessaria per cantare e far arrivare le emozioni dell'amore e del disamore devi aver vissuto relazioni intense e sì, ho vissuto relazioni intense e ho pagato un prezzo... alto"

Gimenez:Muoio per saperne di più! però non chiedo, sai che non ti chiedo niente, ahi perfavore!!!!! Va bene, io chiedo una cosa. Questa è una cosa per la colazione di domani perché mi hanno detto che ti piace il dolce di latte...

Luis Miguel:Ah sì, certo, buonissimo!

Gimenez:Te l'abbiamo portato!

Luis Miguel:Con la dieta severa che seguo ultimamente!

Gimenez:Però poco!

Luis Miguel:Lo assaggio certo!

Gimenez:Un po'!

Luis Miguel:Le assaggerò senz'altro!

Gimenez:Un caffettino ben fatto con un po' di chan chung! Non so cosa potrei dirti di più perché tutti ti vogliono in Argentina, in Uruguay, negli Stati Uniti! tutti ti amano...

Luis Miguel:... Il piacere è mio. Se tu me lo permetti un secondo vorrei davvero ringraziarti per essere qui con me, di venire al concerto domani, sono molto contento ed emozionato di essere di nuovo qui. E' un momento importante, l'Argentina è un Paese che sin dall'inizio della mia carriera, nel bene e nel male, nel bene e nel male della mia vita personale, mi è sempre stato vicino e io in questo momento voglio essere vicino a tutti gli argentini. Per me è un privilegio poter essere di nuovo in Argentina e stare accanto al pubblico, alle fans. Sono molto emozionato

Gimenez:Dall'Argentina tu hai un amore eterno, credi. Bene, Luismi ci vediamo di nuovo domani. Due volte in un anno... è che o non ti vedo mai o ti vedo ogni cinque minuti! Grazie per aver accettato questo invito, tesoro.

Luis Miguel:Al contrario, grazie a te

Gimenez:Grazie, Luis Miguel è un re! ci vediamo domani al concerto!

Torna ai contenuti