up1.jpg (24191 byte)
sito italiano non ufficiale  

d



LUIS MIGUEL HA DETTO

Alcune delle affermazioni più note di Luis Miguel fatte nel corso della sua carriera. Da tempo il cantante ha deciso di limitare i suoi rapporti con la stampa a seguito delle pressioni sulla sua vita privata e dei pettegolezzi che hanno circondato alcuni eventi drammatici della sua vita personale. Le sue interviste sono rarissime, un vero e proprio evento, a volte inseguito per anni dai media di lingua spagnola, latinoamericani e statunitensi (l'ultima intervista televisiva, rilasciata alla presentatrice argentina Susana Gimenez alla fine del 2002, è stata venduta in tutti i Paesi latinoamericani e trasmessa negli USA da uno dei più importanti network ispanici). Alla luce di questo atteggiamento le dichiarazioni che ha rilasciato nel tempo risultano più preziose.

SULLE DONNE
"Mi piace sedurle... che mi dicano chiaramente che sono pazze di me"
"Sono la mia fonte di ispirazione, tutto quello che faccio ha loro come motore. I miei dischi nascono dal bisogno di sedurle"
"Dubito molto che esista una vera amicizia tra uomo e donna: dal mio punto di vista raramente non termina in una relazione sessuale. Se non è un'amicizia di tanti anni e se non è un'eccezione molto grande... ci sono eccezioni a qualunque regola, ma questa mi sembra difficile"

SULLO SPAGNOLO
"Mi piace cantare in spagnolo e il calore del pubblico latino. Non incido in inglese perché voglio difendere la nostra lingua e perché voglio attraversare le frontiere con lei"
"Mi piace lo spagnolo perché è una lingua che permette di dire Ti amo in molti modi"

SULL'AMICIZIA
"La vera amicizia non è sentirsi tutti i giorni per telefono o scriversi lettere lunghissime. L'importante è che, anche se passa del tempo senza rimanere in contatto, nel momento in cui meno lo aspetti o in cui ne hai bisogno, quella persona è al tuo fianco. Forse è più difficile trovare un amico che una ragazza..."
"Sono stato esposto all'attenzione del pubblico da quando ero bambino. Arriva un momento in cui non sai se ti avvicinano per amicizia o per convenienza. Prima non avevo problemi a vedere sempre positivamente le intenzioni degli altri. Adesso cerco di stare più attento".
"Non ho molti amici, di quelli che ci sono sempre quando ne hai bisogno. Ci sono le amicizie di circostanza, ma non le dò più importanza di quella che hanno".

SULLA PAURA
"La mia maggiore paura è che non mi amino davvero. Sogno poter guardare e sentire quello che mi circonda. L'unica cosa che mi rimane sempre è la tranquillità della pace interiore, la certezza di fare ciò che mi appassiona. E l'affetto, sentirmi amato... però veramente"

SUI SENTIMENTI
"Poter dimostrare i tuoi sentimenti alle persone che ami è un privilegio"

SULLA SUA VITA SENTIMENTALE
"Sono sposato con la musica e lei è molto gelosa"
"Il miglior momento della mia vita è stato quando mi sono reso conto di essere innamorato per la prima volta"
"Quando avrò una donna e un figlio non li nasconderò. Non si può nascondere il sole con un dito"
"Il mio gran problema è che la musica è la mia vita; la mia vita ha la forma di una canzone e per questo le donne non sono rimaste nella mia vita: non mi hanno fatto sentire la musica o io non ho saputo fargliela sentire"
"Prima di svelare l'intimità di qualunque rapporto che ho, morto!"

SULLA SUA PERSONALITÀ
"Dicono che noi dell'Ariete siamo persone molto forti, dure, fatte a modo nostro, abituate ad essere leader in qualunque cosa. Ed è vero perché sono di quelli che vogliono avere il controllo delle cose".
"Sono una persona che vive giorno per giorno, godendo del presente e apprendendo dal passato, per non ripetere gli errori commessi. Tra le mie virtù metterei la costanza, il senso di responsabilità, il rispetto e l'amore per la mia carriera. I difetti non li dico... però sono più di tre"
"Mi proibisco di sbagliare, di non evolvermi, di non migliorare, di fare stupidaggini... Non mi permetto di fare le cose senza pensarci, raramente perdo la disciplina che mi sono dato. Sono più che disciplinato"
"C'è chi mi vede indifferente a tutto, arrogante e lontano. Se c'è chi la vede così, sono così. Su di me si sono dette così tante cose che quello che io sono realmente o quello che io dico col cuore, senza malafede, viene distorto"
"Sono ordinato, ma non meticoloso. Mi piace avere le cose in ordine e mi dà fastidio quando la mia vita si disorganizza"
"Evito sempre la routine perché la odio profondamente e cerco sempre di inventarmi cose nuove"
"Non so se si potrebbe dire che sono ossessivo, è che ho sempre una gran passione per le cose. Non so però se arriva al punto di essere ossessione"

SULLA SUA CARRIERA
"Seguo il mio cammino nella musica, facendo quello che mi dice il cuore. Ascolto questa voce interna che è come se fosse la mia coscienza e che mi dice "Dài, continua ad andare avanti!""
"In questo momento della mia vita non ho bisogno di nessuno che mi dica quello che devo fare. Ascolto però so esattamente chi sono e cosa voglio. Se mi sbaglio o meno è un mio problema. Siccome sono in gioco la mia faccia e il mio nome, faccio caso a quello che mi dice il cuore"
"Faccio qualcosa che mi piace e i sacrifici valgono la pena"

SULLA SUA MUSICA
"Ho la responsabilità di dare un messaggio positivo, di amore, pace e buoni sentimenti"
"Le cose che canto mi vengono dal cuore, dalle esperienze della vita. Cerco di cantare quello che sento"
"Tutte le mie canzoni hanno qualcosa di me, se si leggono con attenzione si incontrerà sempre lo stesso messaggio: qualcosa di positivo in cui siano presenti la natura, il sole, la spiaggia"

SULLA FORTUNA
"La fortuna materiale ed economica hanno limiti, però ci sono fortune che non ne hanno, come i segreti dell'anima, della tua testa, le esperienze spirituali... queste sono fortune che non cambierei con niente"

SUL PIANTO
"Credo che tutti siamo vulnerabili. Nessuno è così forte da contenere le lacrime per un amore finito, uno che non è stato, uno impossibile. E non parlo solo dell'amore di coppia, ma dell'amore totale, di tutto quello che ti inonda di magia"
"Sì, ho pianto. Non credo al detto che gli uomini non devo piangere, sono stupidaggini del maschilismo. Il pianto può essere tanto bello come una risata perché ti sfoga. Non sono un piagnone perché non mi deprimo facilmente, però a volte la pressione è così tanta che la tua sensibilità è a fior di pelle ed è facile piangere"

SULLA SOLITUDINE
"Ho già incontrato la pace e nell'incontrarla mi sono sentito molto solo"
"Per via della fama non sono mai stato molto festaiolo né sono mai uscito molto. Sono sempre stato una persona isolata. La solitudine mi piace e se a volte sono solo per certe cose è perché devo esserlo e non voglio evitarlo"
"La solitudine si cancella con la famiglia e con gli amici"
"Mi piace la mia solitudine, forse è un modo per proteggere i miei sentimenti, il mio spirito"
"Per me la solitudine è necessaria, praticamente vitale"


SUL ROMANTICISMO
"Una persona che non è romantica non deve avere un cuore molto grande"

SULL'INFANZIA
"E' una fase meravigliosa. Molti mi hanno detto che non l'ho vissuta, avendo iniziato a cantare da professionista, però non è stato così. Al contrario, ho avuto esperienze che altri ragazzi della mia età non hanno avuto e mi sento bene con questo"
"Della mia infanzia mi mancano le cose che mi mancano adesso: le carezze di mia madre, le conversazioni con mio padre, l'amore di cui avevo bisogno e di cui continuo a sentire la necessità"

SULLA FAMIGLIA
"Ho avuto una famiglia che è andata distrutta e sono una persona che ha pochi amici. Sento di dover suggerire a chi ha ancora la possibilità di avere una famiglia di fare di tutto per tenerla unita perché l'unità familiare è la base di molte altre cose"

SULLA MORTE
"Credo sia una delle poche cose che mi fanno paura, con il dolore fisico"

SULLE DELUSIONI
"Frustrazioni no, però delusioni sì. Ho vissuto momenti molto duri, non immaginate quanto sono stato colpito! e sempre per la stessa cosa, perché sono sposato con la musica, con l'arte. Questa è la mia essenza, senza la musica sono niente e senza l'arte non so vivere"

SUL FUTURO
"Dal futuro mi aspetto che sia come sia e che mi lasci mostrare ed essere come sono. E che mi lascino cantare per molti anni ancora, così come faccio adesso. Sempre meno con la gola e di più col cuore"
"Con questo tipo di vita si può arrivare fino a dove te lo permette la magia di tutto questo. E magari possa arrivare anche il momento in cui mi ascoltino parlare e sentano la mia vera voce. In quel momento potranno sapere che sono solo un vecchio cane solitario e molto colpito"

IL SUO GIORNO PERFETTO
"E' un giorno in cui dormo 8 ore, nel senso che dormo 8 ore in più del solito. Una mattina con un sole meraviglioso in un posto come Acapulco. Se il mare è calmo posso scegliere se nuotare o fare qualche sport acquatico. Al pomeriggio una siesta su un'amaca e al tramonto mi siedo sulla terrazza della mia casa a suonare il piano, mentre vedo farsi notte sul mare."

E PER FINIRE...
"Un artista deve avere un lato triste nella sua vita, un lato occulto e misterioso che nessuno sia mai capace di indovinare perché sarebbe come rubargli un po' di se stesso".

... Che nessuno scopra mai quel tuo lato, Luis Miguel.

Torna su | Home Page