DISCOGRAFIA - Per Luis Miguel Italia

PER LUIS MIGUEL
FOLLOW
Sito Fan Club Ufficiale Italiano
PER LUIS MIGUEL ITALIA
Vai ai contenuti
DISCOGRAFIA

In questa sezione trovati i testi delle canzoni di Luis Miguel in spagnolo, con la traduzione italiana accanto.Oltre agli album in spagnolo c'è anche il suo unico disco in italiano, Noi ragazzi di oggi... ovviamente un disco che non ha bisogno di traduzione...



¡México por siempre! (2017)



Dopo ben sette anni dall'ultima produzione ,Luis Miguel lancia la sua nuovo album ¡México por siempre! , la seconda di musica ranchera messicana dopo "México en la piel" (2004). Accompagnato dai famosi Mariachi di Vargas de Tecalitlan, interpreta 14 classici della tradizione ranchera messicana.



Luis Miguel (2010)

I

l nuovo album di Luis Miguel,comprende 10 brani,in cui si alternano brani ritmati con ballate romantiche. In questo album Luis Miguel prosegue il suo cammino di autore firmando come musicista o come paroliere sei canzoni dell'album(Labios de mie,Mujer de fuego,Ella es asi, Siento,Es por ti,Tal vez me mientes). Il cantante torna anche a collaborare con Armando Manzanero,interpretando 3 canzoni della più recente produzione di del Maestro (No existen limites, Lo que queda de mi, De quien es Usted).Infine vi è una reinterpretazione di un famoso brano scritto dal compositore Oswaldo Farres("Tres Palabras").



No Culpes A La Noche (2009)



Il 22 settembre 2009, il cantante messicano Luis Miguel pubblica "No Culpes su La Noche - Club Remixes", un album che contiene 10 versioni remix dei suoi più grandi successi..L'album ha ottenuto Disco D'Oro e di Platino per aver venduto oltre 120,000 copie.



Còmplices Ed. Especial (2009)



Per celebrare la feste della mamma il 28 aprile 2009 Luis Miguel lancia "Còmplices Ed. Especial",la nuova versione contiene,oltre alle 12 canzoni già contenute nella precedente versione, un DVD contenente i video delle canzoni "Si tu te atreves" e "Te desean" , 5 cartoline esclusive,la canzone inedita "Disfraces" e una download digitale della canzone "Tu imaginacion".



Còmplices (2008)


Con questo disco Luis Miguel torna dopo cinque anni di attesa.Il nuovo album di Luis Miguel, comprende 12 canzoni inedite composte da Manuel Alejandro,per la maggior parte ballate "classiche" alternate ad  alcune canzoni pop ritmate.
Nel suo nuovo album, del quale è produttore insieme a Manuel Alejandro,Luis Miguel interpreta canzoni molto profonde i cui temi sono l'amore e disamore,e tra le quali si evidenzia "Ay, cariño", che lo relaziona con il momento della nascita di suo figlio Miguel.Il brano di punta del nuovo album s'intitola "Si tù te atreves"una ballata di stile romantico le cui parole raccontano la storia di un amore intenso e impossibile da realizzare.



Navidades Luis Miguel (2006)


Un disco di grandi successi della tradizione natalizia ispanica, i cosiddetti villancicos, e inglesi, era uno dei sogni di Luis Miguel. Lo ha realizzato nel 2006, poche settimane prima della nascita del suo primogenito, e ha voluto accanto a sé uno dei collaboratori di sempre, lo spagnolo Juan Carlos Calderón, che ha curato la traduzione dei testi delle canzoni inglesi (tra loro successi classici come "Jingle bells" o "White Christmas") e gli arrangiamenti. Il marchio Luis Miguel sui villancicos è lo stile del cantante messicano, che si ispira ai grandi dello swing, da Frank Sinatra a Bing Crosby, e adotta gli arrangiamenti da grande orchestra.



Grandes Éxitos (2005)



E' la prima raccolta di successi di Luis Miguel pubblicata dalla Warner Music: si inizia con gli hit adolescenziali "Ahora te puedes marchar" e "Cuando calienta el sol", fino ai successi mariachi di México en la piel. Esce in tre edizioni diverse; un doppio CD che contiene 32 canzoni, di cui due, Misterios del "Amor e Si te perdiera", inedite, un doppio DVD che raccoglie tutti i video Warner di Luis Miguel e infine un'edizione di lusso con CD, DVD di 15 video di Luis Miguel e una raccolta di 12 pagine di foto inedite del cantante messicano. Il primo single del disco è "Misterios del amor", firmato anche da Luis Miguel.



México en la piel Edición Diamante (2005)



Per festeggiare i grandi risultati di vendite di México en la piel, Luis Miguel ha pubblicato questo doppio disco che raccoglie tutte le canzoni del suo primo disco di mariachi. Ci sono anche due inediti, "Por un amor", una classica canzone di disperazione romantica, e "Mi ciudad", una delle più belle canzoni scritte per la doppia anima, coloniale e azteca, di Città del Messico. Con il disco c'è un DVD, che raccoglie alcuni dei più importanti video mariachi di Luis Miguel: "El viajero", "México en la piel", "Y" e "La media vuelta".



México en la piel (2004)


México en la piel è il primo disco di musica mariachi di Luis Miguel ed è l'omaggio del cantante alla terra che lo ha visto crescere e ha riconosciuto per prima il suo talento. Durante i concerti il cantante si era già cimentato con la musica tradizionale messicana, come i singoli "La bikina" e "Y" testimoniano. In México en la piel si possono ascoltare alcuni classici come "Échame a mí la culpa" e "Un mundo raro", con Luis Miguel accompagnato dal Vargas de Tecatitlán, uno dei più prestigiosi gruppi mariachi. México en la piel ha vnto il Latin Grammy come miglior disco mariachi dell'anno.



33 (2003)


Con questo disco Luis Miguel torna al pop dopo quattro anni di bolero e si circonda dei musicisti che hanno contribuito al suo successo: Armando Manzanero, Kike Santander, Juan Luis Guerra. Il cantante prosegue anche il cammino di autore e firma come musicista o come paroliere cinque canzoni dell'album: "Un te amo", "Devuélveme el amor", "Y sigo", "Vuelve", "Qué hacer". 33 è un mix di musica romantica e musica dance, il cui tema principale sembra essere soprattutto il disinganno, il dolore dopo una delusione d'amore.



Mis boleros favoritos (2002)


E' una raccolta dei migliori bolero interpretati in questi anni da Luis Miguel. Come lo stesso artista ha spiegato a Madrid, il giorno del lancio, questo album non è stato un suo progetto, ma una sorta di omaggio che ha voluto fargli la WEA per i 20 anni di carriera e per i successi ottenuti (Luis Miguel è con Madonna l'artista della WEA che ha venduto più dischi). Oltre ai boleros, il disco contiene una canzone inedita, "Hasta que vuelvas" (Finché torni), che voci mai confermate vogliono sia dedicata a sua madre.



Mis Romances (2001)


Luis Miguel torna ai bolero e ai romances della storia della musica latinoamericana; tra i capolavori reinterpretati "Volver" di Carlos Gardel, "Amor amor amor", primo single dell'album e colonna sonora di una delle telenovelas di punta di Televisa, la tv messicana (è stata la prima volta che Luis Miguel ha dato il permesso di utilizzare una sua canzone per un programma tv), "Que sabes tu", "Perfidia". Gli inediti sono "Como duele" (Come fa male) e "Al que me siga" (A chi mi seguirà).



Vivo (2000)


Registrato a Monterrey, in Messico, nella fase conclusiva di una trionfale tournée in cui Luis Miguel ha voluto rendere omaggio al suo Paese inserendo la partecipazione dei mariachi in concerto, questo disco raccoglie i principali successi di pop e bolero del cantante, con vari medley che riassumono la sua lunga carriera. Due gli inediti dell'album, "Y" e "La Bikina", entrambi cantati con i mariachi e appartenenti alla tradizione messicana. Entrambe le canzoni sono state single dell'album.



Amarte es un Placer (1999)



Nel suo ritorno al pop Luis Miguel alterna successi dance, da "Quiero" (Voglio) a "Te propongo esta noche" (Ti propongo questa notte), a ballate romantiche come "O tú o ninguna" (O tu o nessuna), "Ese momento" (Questo momento) o "Tu mirada" (Il tuo sguardo). Il cantante è autore di musiche e di testi di varie canzoni, tra cui "Sol Arena y mar" (Sole, spiaggia e mare), il primo single tratto dal disco, "Tu mirada", "Quiero", "Dímelo en un beso", "Te propongo esa noche", "Tú solo tú". "Amarte es un placer" ha vinto 3 Latin Grammy nella prima edizione latina dei Grammy.



Romances (1997)


Il terzo disco di romances contiene capolavori della musica leggera ispanica come Bésame mucho, Sabor a mí o Júrame (conosciuta in Italia nella versione di Julio Iglesias: è la famosissima Pensami). Ma il grande successo dell'album è Por debajo de la mesa (Sotto il tavolo), scritto da uno dei maestri della canzone melodica latina, Armando Manzanero, diventato nel corso degli anni uno dei più fedeli collaboratori di Luis Miguel. Tra gli autori dell'album figura anche Charles Aznavour: De quererte así è la versione spagnola della sua De t'avoir aimée.



Nada Es Igual (1996)


E' il primo disco pop di Luis Miguel dai tempi di Aries e ha vari elementi che lo rendono importante. Il cantante debutta come autore e firma Como es posible que a mi lado (Com'è possibile che al mio fianco) e Un día más (Un giorno in più), che, come vuole la tradizione dei suoi album, sono rispettivamente una canzone dance e una ballata romantica. Il disco contiene anche Sueña (Sogna), versione spagnola della colonna sonora del cartone animato Il gobbo di Notre Dame per la quale la Disney ha voluto Luis Miguel. Sueña, Como es posible que a mi lado e Dame (Dammi)  sono i successi dell'album.



El Concierto (1995)


E' il primo disco dal vivo di Luis Miguel e ha avuto un successo travolgente in tutto il mondo ispanico. Sono evidenti la grande carica ed energia che caratterizzano i concerti dell'artista messicano e la sua versatilità: ritmi, dance, ballate, bolero, rancheras... in concerto la voce del cantante riesce ad ottenere, come pochi, risultati anche migliori che negli album registrati. Il bolero "Si nos dejan", la ranchera "Amanecí en tus brazos" e "El Rey"sono le canzoni inedite di questo disco.



Segundo Romance (1995)


Con questo disco Luis Miguel prosegue la ricerca tra le canzoni del passato. Il successo continua ad essere clamoroso. A soli 25 anni, grazie alla valorizzazione di romances e boleros, Luis Miguel si propone come un cantante "classico", al di là delle mode. Il disco contiene "El dia que me quieras" di Carlos Gardel, "Somos novios" e "La media vuelta". L'inedito del disco è "Yo sé que volveras" (So che tornerai), quest'ultima, si dice, senza però avere conferma, è dedicata a sua madre. Segundo romance ha vinto un Grammy Award come miglior disco latino.



Aries (1993)


E' considerato uno dei dischi imprescindibili di Luis Miguel. Aries, Ariete, dal segno zodiacale del cantante, è il primo disco prodotto da Luis Miguel, che da questo disco è il controllore assoluto della propria carriera. Nuove sonorità e la consueta alternanza tra ballate romantiche e ritmi dance fanno di Aries uno dei maggiori successi di Luis Miguel. "Suave" (Soave), "Me niego a estar solo" (Mi rifiuto di stare solo), "Ayer" (Ieri), "Hasta que no me olvides "(Finché non mi dimentichi), in una sapiente alternanza tra dance e romanticismo, sono i successi dell'album. Aries ha vinto il Grammy Award come miglior disco latino.



America & en vivo (1992)


Questo album contiene 4 brani, tra cui "América América, cantato dal vivo da Luis Miguel all'apertura delle Olimpiadi di Barcellona nel 1992. Nell'album si trova la versione incisa in studio. América è un omaggio al Nuovo Continente e ai sogni di libertà e giustizia che ha rappresentato per milioni di emigranti, ed è l'unico brano di Luis Miguel che contiene una parte cantata in inglese. Il disco contiene anche le versioni dal vivo di tre canzoni tratte da Romance: Contigo en la distancia (Con te nella distanza), No sé tu (Non so tu), Inolvidable (Indimenticabile).



Romance (1991)


E' uno dei dischi più importanti di Luis Miguel, quello che ha trasformato l'idolo degli adolescenti in cantante per tutte le generazioni. Con Romance il cantante ha riscoperto i capolavori della musica latinoamericana dando loro una dignità moderna. Il successo dell'operazione è stato incredibile: il disco ha venduto più di 7 milioni di copie in tutto il mondo, consacrando definitivamente Luis Miguel. Tra i successi di Romance, No me platiques más (Non mi raccontare più) e No sé tu (Non so tu), inserito anche nella colonna sonora del film Ciao Julia sono Kevin, con Geena Davis e Michael Keaton.



20 Años (1990)


Per festeggiare i suoi 20 anni Luis Miguel lancia questo disco in cui passa con disinvoltura dalle ballate ai ritmi veloci da discoteca, dai testi audaci di Entrégate (Abbandonati) a quelli romantici di Tengo todo excepto a tí (Ho tutto tranne te). Il successo è stato notevole: il giovanissimo messicano si scrolla così definitivamente l'immagine di adolescente e, contando anche sul proprio bell'aspetto, si lancia come sex-symbol delle giovani latinoamericane.



Busca una mujer (1988)


E' il disco della svolta della carriera di Luis Miguel, il primo segno delle inquietudini post-adolescenziali. L'album è stato accompagnato da una nuova immagine del cantante: non più ragazzino, ma giovane uomo sensuale. Il successo è stato clamoroso: dal disco sono stati tratti ben 7 single. Il più noto di tutti è La incondicional, che nel tempo si è trasformato nell'inno dei suoi fans. La incondicional è rimasta per ben 7 mesi consecutivi al 1° posto delle classifiche messicane. Il video della canzone, ispirato a Top Gun, è lungo oltre 7 minuti ed è uno dei video imprescindibili nella storia dei video ispanici.



Soy Como Quiero Ser (1987)


La maggior parte dei brani dell'album è la versione spagnola di canzoni celebri come "All by myself", "I only wanna be with you" , "Reach out I’ll be there", "Only You", e l’italiana "Io che non vivo senza te". Inoltre, una versione estremamente gioiosa e ballabile di "Cuando Calienta el Sol" (nel video Luis Miguel propone un nuovo look: capelli lunghi e arruffati e aria un po' ribelle). E’ il primo album di Luis Miguel inciso per la WEA, e l’ultimo che contiene una canzone scritta dal padre, Luis Rey ("Soy Como Quiero Ser"). Due duetti, "Sin Hablar", con Laura Branigan, e "No Me Puedo Escapar De Ti" con Rocío Banquells.



Fiebre de Amor (1985)


Colonna sonora del film omonimo diretto da Renè Cardona Jr. (Messico, 1985). Protagonisti Luis Miguel, nel ruolo di se stesso, e la cantante messicana Lucero, che nel film interpreta la parte di una giovane fan, disposta a tutto pur di conoscerlo. Il disco comprende brani cantati da Luis Miguel, uno in coppia con Lucero, ed uno cantato da Lucero. I brani, ad eccezione di Por tí e Los Muchachos de Hoy (adattamento spagnolo di Noi ragazzi di oggi), sono tutti firmati da Luisito Rey, padre del cantante, e riflettono le atmosfere calde, soleggiate e spensierate del film, girato ad Acapulco.



Noi, ragazzi di oggi (1985)


E' uscito in Italia circa un mese dopo il Festival di Sanremo, in cui Luis Miguel ottenne il secondo posto, e il successo di vendite del singolo Noi Ragazzi di Oggi. A parte Il Cielo (lato-B di Noi ragazzi di oggi), tutte le canzoni sono arrangiamenti in italiano delle canzoni del suo precedente album Palabra de Honor. I temi e le atmosfere sono le stesse, fresche, romantiche e sognatrici, e accompagneranno tutti i concerti del suo tour italiano dell’estate ‘85. Esce in questa versione e con questo titolo esclusivamente in Italia. Le canzoni saranno poi reinserite successivamente nell’album Amandote a la Italiana e in altre varie compilations in America Latina.



Palabra de honor (1984)


L'album di svolta da ragazzino ad adolescente. Luis Miguel comincia a fare strage di cuori, oltre che di milioni di copie vendute in tutto il Sud America. Vince il  primo Grammy Award per il duetto con l'americana Sheena Easton, Me gusta tal como eres. I temi delle canzoni, per lo più spensierate ma anche inquiete, vanno dall'amore adolescenziale, immaturo, non corrisposto, e sognatore, agli amori estivi sulle sue adorate spiagge, e includono anche una canzone rivolta ad una ragazza vittima della droga.



Decídete (1983)


Una sorta di ultimo disco di "Luis Miguel bimbo", prima dei grandi successi dei successivi album. I brani parlano, ovviamente, d'amore. Le atmosfere sono allegre e spensierate e i testi talvolta molto fantasiosi: maghi, pugili innamorati e storie ambientate in Giappone o nell’Africa nera. Il disco contiene anche No me puedes dejar así (Non mi puoi lasciare così), che ebbe anche una versione italiana, Non mi devi trattar così, con cui Luis Miguel si presentò al Festival di Saint Vincent nell'estate del 1984, nel primo tentativo di ingresso nel mercato italiano.



Ya Nunca más (1983)


Colonna sonora del film omonimo diretto da Abel Salazar (Messico, 1984), che vede protagonista Luis Miguel, nel ruolo di Luis, un adolescente allegro e con la passione per la musica. Le musiche del film, in gran parte firmate da Luisito Rey raccontano le vicende del tredicenne protagonista che, dopo un incidente stradale e varie complicazioni fisiche e psicologiche conseguenti, dovrà affrontare difficoltà inaspettate e che lo metteranno a dura prova.



Directo al corazón (1982)

E’ il secondo disco di Luis Miguel. Esce nel 1982, in seguito al successo ottenuto dal suo primo album, "Un Sol (1+1=2 enamorados)", uscito nello stesso anno. Le atmosfere, le sonorità e i temi delle canzoni sono simili, leggere e spensierate, ma il pregio di questi dischi è, sempre e comunque, la voce e il talento di Luis Miguel, già a 12 anni... Questo disco si aggiudica 2 premi: 1 disco d’oro in Messico e 1 in Argentina.



1+1=2 Enamorados (1982)


E' l'album del debutto di Luis Miguel, che viene presentato al pubblico come El Sol de México. Questo ragazzino da viso candido canta canzoni dirette ai suoi coetanei, dai testi allegri, semplici e che sognano l'amore. Il successo è enorme ed imprevisto: il disco ottiene infatti un disco di platino e uno d'oro in Messico, e un disco d'oro in Perù e in Brasile. La voce è ancora "immatura" e timida, ma le interpretazioni e le primissime esibizioni dal vivo fanno trasparire già il talento e la determinazione. Qualità che oltre venti anni dopo fanno sì che continui ad essere chiamato da tutti El Sol de México.



Altre canzoni...



Torna ai contenuti